Lo studio

La Storia

Lo Studio Danesin nasce a Venezia alla metà degli anni ’50 per iniziativa di tre fratelli. Inizialmente lo Studio era composto unicamente da Consulenti del Lavoro.

Nel corso degli anni sono state aperte anche le sedi di Mestre e poi del Lido di Venezia.

Dai primi anni ’80 lo Studio ha ampliato il proprio settore di attività con l’ingresso di Commercialisti.

Attualmente lo Studio conta cinque associati e circa 30 tra professionisti, collaboratori ed impiegati.

La nostra filosofia

Lo Studio Danesin vede come obiettivo primario l’assistenza globale al cliente. 

Siamo convinti che il cliente ha diritto ad un servizio completo e della migliore qualità, che è possibile fornire grazie a tre fattori essenziali:

- La multidisciplinarietà: la maggior parte delle tematiche e delle sfide aziendali non possono più essere analizzate e risolte solamente con l’ottica di una visione professionale settoriale, ma da un team di progetto, che metta insieme le diverse figure indispensabili per avere un quadro di insieme che consenta di dare risposte di adeguato livello al Cliente;

- Un rapporto personale e fiduciario tra il cliente e lo Studio;

- La formazione di collaboratori qualificati.

 

In quest’ottica lo Studio, oltre alle professionalità di cui è dotato, si avvale da tempo di una rete di professionisti in grado di assicurare al Cliente un’assistenza nei più svariati settori.

Lo Studio assiste imprese industriali, artigianali, commerciali, di servizi e persone fisiche a prescindere dalle loro dimensioni economiche.

News lavoro

feb2

02/02/2023

Equo compenso: incentivi e digitalizzazione nelle proposte di Confprofessioni

Il Presidente di Confprofessioni, Gaetano

feb2

02/02/2023

Lavoratori delle Organizzazioni sindacali: rinnovato il CCNL

Per i lavoratori dipendenti delle Organizzazioni

feb1

01/02/2023

Opzione donna: aggiornata la procedura di domanda

Arrivano dall’INPS, con il messaggio n.

feb1

01/02/2023

Lavoratori in smart working: quale medico competente

Nell’interpello n. 1 del 2023, il Ministero